lipp1

Non è un paese per vecchie

17 settembre 2012

  Titolo: Non è un paese per vecchie

  Autrice: Loredana Lipperini

  Editore:  Universale Economica Feltrinelli

  Il libro: “I vecchi sono numeri. Numeri che ci fanno paura, come quell’uno su tre che riguarda la percentuale di anziani che abiteranno il nostro paese di qui ai prossimi anni. I vecchi non si vedono: nei piccoli paesi capita ancora di incontrarli al braccio di una badante dalle braccia larghe. Nelle città, qualora si avventurassero fuori di casa, vengono superati in corsa, con una scrollata di spalle e uno sbuffo di insofferenza. I vecchi non esistono: appaiono di rado in televisione, specie se di sesso femminile. I vecchi non vendono, non piacciono, non hanno appeal: su quotidiani e telegiornali appaiono soltanto quando sono vittime di una truffa o di un colpo di calore. O quando, se donne, osano innamorarsi di un uomo più giovane. Se concepiscono dopo i sessant’anni, sono la vergogna del loro sesso. Dura, comunque, poco: una copertina, un articolo nelle pagine interne la settimana successiva, un trafiletto, e tutto è dimenticato. I vecchi danno fastidio. È sempre stato così: ma adesso, e soprattutto nel nostro paese, avviene qualcosa di diverso. C’è una sola generazione. Quella dei cinquanta-sessantenni”.

Uscito  prima edizione nel 2010. A settembre 2012 ristampa in edizione economica.

Pag.  208

Euro  8

 

ISTRUZIONI PER L’USO

Categoria farmacologica:

Rinforzante

Composizione ed eccipienti:

Fonti e dati. Una disamina lucida su quanto (poco) spazio sia riservato oggi alle donne non giovani: una categoria destinata alla sparizione e all’oblio. Sette capitolo più bibliografia minima. Metodo scientifico e una bella scrittura esatta.

Indicazioni terapeutiche:

Estirpa ottusità legata a pregiudizi anagrafici.

Consigliato a tutti, benefico per:

Chi rifiuta i vecchi.

Chi si fa condizionare dagli stereotipi.

Chi idolatra la giovinezza.

Sfegatati del botox.

Spaesati del tempo.

Fan di Maria De Filippi e di Velone.

Controindicazioni:

Non far leggere ai bisnonni, se hanno raggiunto un’età ultranovantenne. Potrebbero dispiacersi per i tempi che corrono.

Posologia, da leggersi preferibilmente:

A televisione spenta.

Effetti indesiderati:

Chi si è sottoposto a eccessivi interventi di chirurgia plastica potrebbe deformarsi all’improvviso.

Avvertenze:

Conservare lontano dalle riviste modaiole e di gossip. Magari di fianco al De Senectute di Cicerone, ma senza pretese di sovrapposizione.

Pillole:

«I vecchi non esistono: appaiono di rado in televisione, specie se di sesso femminile. O meglio, si vedono a volte quelle rare e preziose donne impossibili da ignorare, come Rita Levi Montalcini o Margherita Hack. Quanto alle altre, a volte si mimetizzano fra ospiti e comparse sotto i cinquantacinque anni (la soglia invalicabile di apparizione televisiva per le donne) fingendo di esserne coetanee, o accettando di recitare l’antico ruolo della megera. Oppure ancora, si piegano alla risata triste che si tributa al clown, come nelle trasmissioni di Maria De Filippi».

- – - – - – - – - – - – - – - – -

«Su internet, la rabbia diventa odio. Naturalmente va fatto un distinguo, prima di arrivarci. Perché è ormai opinione comune che la rete sia il pozzo oscuro dove marcisce il peggio dell’umano sentire [...] Questa è solo una parte della rete, però. [...] navigando a caso con le sole chiavi di ricerca “vecchi”, “vecchio”, “vecchia”, ci si accorge che l’aria che tira è pesante.

Capito in un forum generico: si discute di un po’ di tutto, dalla politica al cinema. Come spesso avviene, si aprono i famosi thread su cosa amo/cosa odio. [...]  Alla voce “odio” si scatena una discussione di questo genere:

IO ODIO I VECCHIACCI SCHIFOSI MALEDETTI!!! Li detesto, mi fanno schifo…

Una cosa che non sopporto è che quando guido per il mio paese ho sempre un vecchio del cazzo davanti con la sua bici di merda in mezzo alla strada e non posso investirlo solo perché mio papà mi spezza le gambe se ammacco la macchina!!!»

 

L’autrice:  Loredana Lipperini è giornalista e scrittrice. Collabora da molti anni con le pagine culturali de “la Repubblica” e de “Il Venerdì di Repubblica”. È stata una delle voci storiche di Radio Tre. Scrive programmi televisivi. Dal 2004 ha un blog, www.lipperatura.it

Ultimi Post
  • Non ho fatto l’asilo
    27 luglio 2014

      Titolo: Non ho fatto l’asilo   Autore: Giuseppe Foderaro   Editore: Lite-Editions   Il libro: A metà strada tra Bel Ami e Peter Pan, individualista e amorale, misogino ed egocentrico, bello da morire e arrogante. Colto, istruito, intelligente. Borioso e materialista. Un protagonista maschile che sconvolge nella sua crudezza, e che, nonostante la sua […]

  • Costantini-Falcone: la nuova sfida
    21 luglio 2014

     Titolo:  Il puzzle di Dio   Autrici:   Laura Costantini – Loredana Falcone   Editore:   GoWare   Il libro: Un antico messaggio custodito negli Archivi vaticani. Un genio della decrittazione che muore in circostanze misteriose. Gigantesche tessere di un mosaico vecchio di milioni di anni sparse in tutto il mondo e tre diversi servizi segreti a […]

  • La storia vera di J-Ax
    13 luglio 2014

    Titolo:  J-Ax il Joker Autore:   Federico Scoppio Editore:   Gargoyle Il libro: J-Ax, pseudonimo di Alessandro Aleotti (Milano, 5 agosto 1972), è un rapper e cantautore italiano, noto per essere stato la voce solista del gruppo hip hop-crossover Articolo 31, fondato insieme a DJ Jad nei primi anni novanta. È il fratello maggiore di Luca Aleotti, in […]

Archivio
Tag
Adelphi agenzia x alessandra carnaroli bollati boringhieri Bukowski dalai editore editori laterza editrice nord edizioni e/o einaudi elliot edizioni feltrinelli fernandel Francesca Genti frassinelli garzanti giovanni cocco giunti historica edizioni italica edizioni laura costantini longanesi loredana falcone loredana lipperini marc augé marcello simoni marcos y marcos margherita hack mario giordano marsilio massimo carlotto matteo strukul maurizio de giovanni meridiano zero minimum fax mondadori newton compton noir nutrimenti Piemme ponte alle grazie rizzoli sartoria utopia skira sperling & kupfer spudorati ugo guanda universo vanni santoni voland